Unione Europea
Regione Campania
sei in: Home Page > Itinerari turistici > Le vie dello Shopping
Itinerari turistici

Scegli l'itinerario e percorri con noi gli angoli pi¨ suggestivi della Costiera.

Percorsi Enogastronomici

La via dei Sapori

La via dei Dolci

LE VIE DELLO SHOPPING

Chincaglierie, glamour, chicche preziose...

 

Uno dei luoghi ideali per lo shopping è Amalfi. Difatti dal lungomare alle stradine, che conducono alla Valle dei Mulini, ecco una teoria di negozi per souvenir e piccole fabbriche per la produzione di limoncello e altri liquori tipici, oltre ai mille oggetti dell’artigianato locale, dalle ceramiche di Vietri agli irripetibili monili in corallo. Un gioiello come  espressione di passione. L’oro, le pietre, le perle sono plasmati  provocando arcobaleni straordinari di colori, vere e proprie opere d’arte. Gioielli in argento, coralli e cammei, oppure ricami preziosi su tovaglie, centri e fazzoletti. Nel pieno centro storico della città esistono anche interessanti espressioni dell’arte presepiale napoletana.

Né vanno trascurati i tipici lavori in legno intarsiato dei maestri sorrentini, che con paziente opera di intaglio e sabbiatura decidono forme e colori dei più svariati: le loro botteghe, nella parte più genuina del centro storico di Sorrento, sono una presenza rassicurante e preziosa, la quale, grazie al clima mite di questa terra, si proietta spesso all’esterno, lungo le strade, tappezzando i muri che fiancheggiano la bottega con pile di cassettini pressati nelle morse, affinché la colla possa meglio asciugare al sole. Il tutto dà carattere e colore all’ambiente e rende piacevole la passeggiata lungo le viuzze del centro.

È possibile acquistare le mille golosità che queste fantastiche terre offrono: dolci al limoncello, torte all’arancia e alle mandorle; le barchette, la crostata, le crespelle all’arancia; e poi ancora biscotti e  marmellate; casatielli sorrentini alle noci; gelati artigianali dai gusti più fantasiosi; rosoli, conserve di frutta e verdura.

 

Positano, antico borgo di pescatori rivide la “luce” e lo splendore economico agli inizi del Novecento, per opera di tedeschi, inglesi e americani. Cominciarono a fiorire botteghe e piccole aziende nel settore dell’abbigliamento, divenute così importanti da creare, con il loro stile, la Moda Positano. Gli abiti delle sarte positanesi hanno via via imposto uno stile riconoscibile con parei e corpetti stringati, vivaci e freschi. Inizialmente qui si lavoravano seta e tela di iuta, poi merletto a tombolo… Soltanto nel dopoguerra nasce la moda Positano grazie alla fantasia e creatività degli indigeni, che ebbero l’idea di utilizzare stoffe povere per creare vestiti, borse e costumi.

 

Percorsi

  • Le gioiellerie prestigiose particolarmente rinomate per la lavorazione di oro e coralli.
  • Le botteghe del gusto e degli odori; con la vendita di paste fatte a mano, tipiche della costiera (scialatielli, conchiglioni, gnocchi ripieni…), spezie e aromi mediterranei raccolti sui Monti Lattari e le “signorine”, produzione di particolari forme di pane.
  • Le botteghe degli odori, con vendita di candele, saponi… Nel pieno centro storico di Sorrento, per esempio, c’è una “bottega” dove l’arte presepiale conosce le sue espressioni più sublimi grazie alla magie che Marcello Aversa realizza, plasmando incantevoli miniature collocate su piccoli monoblocchi di terracotta. E poi ancora vini e rosoli locali (furore, gran caruso, limoneto, fragolino, mandarinetto, finocchietto…).
  • Le boutique di Positano lungo viale Pasitea, via dei Mulini, via Colombo e via Marconi, riempiono di colori sgargianti e stoffe pregiate i muri esterni dei negozi, rendendo ancora più viva e ricca questa perla della costiera.